Il genere Thelocactus - La Casa delle Grasse

La Casa delle Grasse
la passione per le piante succulente
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il genere Thelocactus

Schede generi S - Z

Il genere Thelocactus, scoperto attorno al 1830 nella specie T. leucacanthus da Karwinski nei pressi di Zimapán nello stato messicano dell'Hidalgo, circa trent’anni dopo ad opera di Britton e Rose venne elevato a genere e designarono Thelocactus hexaedrophorus come specie tipo. Il nome di questo genere è dato dalla caratteristica del fusto diviso in tubercoli e quindi il nome Thelocactus deriva da greco "thele"  che significa 'capezzolo'. Il  luogo di origine è il Messico ed alcune zone del Texas, in terreni calcarei.
E' un genere affine a Ferocactus con caratteristiche non ben definite. Si differenziano dai Ferocactus per la presenza  delle grosse areole presenti sulle costolature. Sono comunque cactacee globose o brevemente colonnari dal fusto del diametro intorno ai 20-25 cm di colore verde o verde-bluastro, con numerose costolature, in numero variabile a seconda della specie.  La maggioranza delle specie sono solitarie, mentre altre come T. leucacanthus, tendono a produrre numerosi polloni laterali ed a formare densi gruppi. Sono piante caratterizzate da una abbondante produzione di fiori che sbocciano tendenzialmente sulle areole vicine all'apice della pianta. I fiori, di solito di grande dimensione, che appaiono dalla tarda primavera per tutta l'estate sono di colore bianco, rosa o rosso, sono  diurni e sbocciano in cima alle areole. Durano alcuni giorni.  Occorre fare attenzione nel caso della identificazione di una specie in quanto piante di una stessa specie spesso hanno colori diversi.
Sono piante molto resistenti alla siccità e vanno coltivate utilizzando il terriccio normale da cactus, in luogo molto luminoso, con luce solare diretta, soprattutto in estate. In questo modo svilupperanno una bellissima spinagione.
Le annaffiature come per la maggior parte delle cactacee devono essere effettuate esclusivamente nel periodo vegetativo, da marzo a ottobre, dovranno essere regolari, lasciando asciugare completamente il substrato tra un'annaffiatura e l'altra avendo cura quindi di evitare i ristagni idrici. Durante il periodo vegetativo, un paio di volte a stagione, è possibile diluire nell'acqua delle annaffiature un concime per cactacee. La moltiplicazione avviene prevalentemente per seme, fatta eccezione per le specie che producono polloni che possono essere prelevati e posizionati a radicare direttamente nel substrato di coltivazione.


Famiglia: Cactaceae

Genere: Thelocactus


Specie:

Thelocactus bicolor (Galeotti) Britton & Rose

Thelocactus conothelos (Regel & Klein) F.M. Knuth

Thelocactus hastifer (Werderm. & Boed.) F.M. Knuth

Thelocactus heterochromus (F.A.C. Weber) Oosten

Thelocactus hexaedrophorus (Lem.) Britton & Rose

Thelocactus lausseri Riha & Busek

Thelocactus leucacanthus (Zucc. ex Pfeiff.) Britton & Rose

Thelocactus macdowellii (Rebut ex Quehl) W.T. Marshall

Thelocactus panarottanus Halda

Thelocactus rinconensis (Poselger) Britton & Rose

Thelocactus setispinus (Engelm.) E.F. Anderson

Thelocactus tulensis (Poselger) Britton & Rose

Thelocactus sp.
Thelocactus lophophoroides
Thelocactus rinconensis subsp. phymatothele (Poselger ex Rumpler) Glass
Thelocactus leucacanthus (Zucc. ex Pfeiff.) Britton & Rose
© 2006-2017 Mauro Zuntini e relativi fornitori
Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu