Il genere Escobaria Britton & Rose - La Casa delle Grasse

LA CASA DELLE GRASSE
FOLLOW
LA CASA DELLE GRASSE
Vai ai contenuti

Il genere Escobaria Britton & Rose

Schede generi E - G
Il genere Escobaria deve il nome ai due fratelli naturalisti messicani Romolo e Numa Pompilio Escobar vissuti fra la fine del 1800 e la metà del 1900.
E' un genere che  comprende ventiquattro specie di cactaceae di piccole dimensioni, globose-cilindriche, solitarie e con tubercoli. Molte delle specie oggi inserite in Escobaria erano già state incluse nei generi Coryphantha e prima ancora in Mammillaria. L'inclusione in Mammillaria è dovuta alla presenza dei tubercoli, una caratteristica distintiva di tale genere. Inoltre E. fiorisce dalla cima della pianta nella parte di nuova crescita ed anche questa caratteristica la condivide con il genere Mammillaria. Alcune specie non sono più classificate nel genere Coryphantha a causa della differenza della forma reticolare del seme di quel genere. Nel 2006 David Hunt, Nigel Taylor e Graham Charles  nel volume 'The New Cactus Lexicon'  effettuano una nuova cassificazione del genere dividendolo in tre sezioni: Escobaria (fiori apicali; stigma rosa, viola o quasi bianco; seme marrone),  Neobesseya (fiore apicale; petali esterni a forma di ciglia; stigma verde o giallo-verde; seme di solito nero-marrone) e Pleurantha (fiore laterale o dalla spalla; petali ciliati; stigma bianco o crema; seme marrone).
E' un genere diffuso in un vasto areale che va dal sud degli Stati Uniti, spingendo più a nord per due specie fin verso il Canada, fino al Messico più a sud con una specie endemica dell'isola di Cuba. Le due specie che vivono nelle pianure del nord (Escobaria vivipara e Escobaria missouriensis) sono molto utilizzate nei giardini, infatti, le altre specie, pur essendo tolleranti al freddo mal sopportano le gelate.
Escobaria hanno piccoli fiori a forma di imbuto che sbocciano  in primavera e in estate e sono generalmente di colore giallo, rosa o marrone.
Per quanto riguarda la coltivazione dobbiamo dire che non é delle Cactaceae più semplici in quanto talvolta le piante tendono a marcire anche solo perchè coltivate in situazioni con umidità ambientale troppo alta.

Escobaria dasyacantha (Engelm.) Britton & Rose - Immagine da Engelmann, G., Plates to the Cactaceae of the Mexican boundary, t. 12 (1859)
Devono essere coltivate su substrato ben drenato in un vaso non troppo piccolo per consentire un adeguato sviluppo del ramificato, fragile e delicato, apparato radicale. Le annaffiature devono essere effettuate con moderazione e sempre quando il substrato é ben asciutto e mai nel periodo di riposo invernale. La riproduzione é agevole a mezzo seme anche se piuttosto lenta ed il tasso di germinazione è inferiore a molte altre Cactaceae. Le piante sembrano prediligere posizioni di sole, evitando quello di mezzogiorno e del pomeriggio, ed un certo differenziale termico tra il giorno e la notte.

Escobaria missouriensis (Sweet) D.R.Hunt - Al Schneider @ USDA-NRCS PLANTS Database
Famiglia: Cactaceae
Genere:  Escobaria
Specie:
Escobaria aguirreana (Glass & R.A.Foster) N.P.Taylor
Escobaria alversonii (J.M.Coult.) N.P.Taylor
Escobaria chihuahuensis Britton & Rose
Escobaria cubensis (Britton & Rose) D.R.Hunt
Escobaria dasyacantha (Engelm.) Britton & Rose
Escobaria deserti (Engelm.) Buxb.
Escobaria duncanii (Hester) Buxb.
Escobaria emskoetteriana (Quehl) Borg
Escobaria henricksonii Glass & Foster
Escobaria hesteri (Y.Wright) Buxb.
Escobaria laredoi (Glass & R.A.Foster) N.P.Taylor
Escobaria lloydii Britton & Rose
Escobaria minima (Baird) D.R.Hunt
Escobaria missouriensis (Sweet) D.R.Hunt
Escobaria orcuttii Boed.
Escobaria organensis (A.Zimm.) Castetter, P.Pierce & K.H Schwer.
Escobaria robbinsorum (Earle) D.R.Hunt
Escobaria roseana (Boed.) Buxb.
Escobaria sandbergii Castetter, P.Pierce & K.H Schwer.
Escobaria sneedii Britton & Rose
Escobaria tuberculosa (Engelm.) Britton & Rose
Escobaria villardii Castetter, P.Pierce & K.H Schwer.
Escobaria vivipara (Nutt.) Buxb.
Escobaria zilziana (Boed.) Backeb.

la passione per le succulente
LA CASA DELLE GRASSE
Torna ai contenuti