Aizoaceae Martynov 1820 - La Casa delle Grasse

La Casa delle Grasse
la passione per le piante succulente
Vai ai contenuti

Menu principale:

Aizoaceae Martynov 1820

Le piante grasse > Le famiglie botaniche
Le Aizoaceae sono una famiglia di piante succulente dell'ordine delle Caryophyllales. Il termine deriva dal greco “ἀείζωον aeízoon” semprevivo, formato dal prefisso "αει- aéi-" sempre e da "ζῷον zóon" (essere) vivente. Le specie di questa famiglia sono piante erbe annuali o perenni e molto raramente legnose. Talvolta sono piante che hanno una sola coppia di foglie (Lithops N.E.Br., Conophytum N.E.Br.). Questo tipo di succulente ha foglie che possono disseccare prima della nuova fogliazione, ma bisognerà avere l'accortezza di non innaffiarle anche quando si vedranno le foglie seccare.
Questa famiglia è già stata suddivisa in Aizoaceae, Mesembryanthemaceae e Molluginaceae (Jacobsen, 1970) e l'attuale circoscrizione segue Bittrich & Hartmann (1988), Hartmann (1990), Behnke e Mabry (1994) e Eggli (1994) e esclude la Molluginaceae.
Tutte le piante di questa famiglia sono succulente e buona parte delle stese è originaria dell'Africa del sud (Sud Africa, Namibia, Botswana). Infatti anche se la famiglia conta qualche sporadico esemplare presente negli altri continenti (Europa, America, Australia) il 99% delle specie proviene da quelle aree. Alla famiglia delle Aizoaceae appartiene anche il genere Mesembryanthemum che comprende a sua volta due specie presenti anche in Italia, quali Mesembryanthemum nodiflorum L. e Mesembryanthemum crystallinum L., specie diffuse in ambienti molto caldi e aridi, in prossimità del mare. in Italia troviamo anche allo stato spontaneo Aizoanthemum hispanicum (L.) H.E.K.Hartmann, ua specie molto rara, localizzata unicamente in stazioni calanchive della Calabria meridionale. Infine lungo le nostre coste troviamo, ormai naturalizzate, due specie di origine sudafricana quali Carpobrotus acinaciformis (L.) L.Bolus e Carpobrotus edulis (L.) N.E.Br..
Caratteristiche della famiglia sono generalmente, anche se non sempre, le foglie opposte, i fiori aperti a mezzogiorno ed i frutti a forma di capsula che si aprono solo se bagnati. Ques'ultima caratteristica è una particolarità molto interessante. Alcune piante quando i frutti sono bagnati abbondantemente li disperdono con varie tecniche, mentre se le gocce d'acqua sono poche, atendono e sirichiudono, aspettando un momento successivo con più acqua per avere un successo maggiore di riproduzione.
Altra caratteristica delle piante è quella di essere caratterizzate dal metabolismo CAM con il quale le piante limitano fortemente la perdita di acqua negli aridi ambienti ove vivono. Inoltre, essendo riserve di acqua appetita dagli animali, al contrario delle cactaceae che si difendono con le spine queste piante spesso si difendono con il mimetismo, attraverso potenti alcaloidi che hanno sugli animali un effetto repellente o narcotico.
A differenza di Cactaceae, dove succulenza va ricercata nei fusti nelle Aizoaceae la succulenza è limitata alle foglie carnose. I fiori sono grandi, con moltissimi stami al centro, simili alle margherite anche se non sono dele infiorescenze, ma sono fiori ermafroditi e per lo più solitari o a piccole cime.
Le Aizoaceae, non si possono definire rustiche perché non sopportano il freddo intenso e prolungato; in estate gradiscono il pieno sole, ma raggiungono il meglio della colorazione se posizionate a mezzo sole.

Principali generi appartenenti alla famiglia

Lithops sp.
Titanopsis sp.
Aloinopsis sp.
Delosperma
Dinteranthus
Dorotheanthus
Drosanthemum
Fenestraria
Gibbaeum
Glottiphyllum
Lampranthus
Macrocaulon
Mesembryanthemum
Namaquanthus
Nananthus
Oophytum
Ophthalmophyllum
Rhombophyllum
Ruschia
Ruschianthus
Saphesia
Schlechteranthus
Schwantesia
Tetragonia
Aizoon
Argyroderma
Bergeranthus
Bijlia
Cheiridopsis
Corpuscularia
© 2006-2017 Mauro Zuntini e relativi fornitori
Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu