Astrophytum capricorne (A. Dietrich) Britton & Rose - La Casa delle Grasse

La Casa delle Grasse
la passione per le piante succulente
Vai ai contenuti

Menu principale:

Astrophytum capricorne (A. Dietrich) Britton & Rose

Schede generi A - C > Schede specie Astrophytum


A. capricorne è una pianta solitaria, globosa, che diventa leggermente colonnare con l'età. E' una specie originaria del Messico settentrionale (stati di Coahuila e Nuevo León) nel deserto di Chihuahua dove è abbastanza diffusa e cresce su colline calcaree rocciose e tra la macchia xerofitica. Il fusto, di diametro di circa 10/15 cm.  è di colore verde, più o meno scuro, ricoperto di scaglie bianco-argento, tipiche del genere, che talvolta coprono la pianta quasi completamente la pianta.
Le costolature sono da 7 a 9 anche se di solito sono 8. Le areole sono disposte in file verticali lungo ogni costolatura. Le spine sono  da 5 a 10 lunghe, di colore marrone scuro, tendenti al grigio con l'età, contorte, curve ed appiattite tali da sembrare il corno di un Capricorno, da cui deriva quindi il nome della pianta.
I fiori sono abbastanza grandi (6/7 cm di diametro) diurni, gialli con il centro giallo-rosso e sbocciano all'inizio dell'estate dalla sommità della pianta.
Si conoscono alcune varietà: Astrophytum crassispinum (H.Moeller) W.Haage & Sadovsky con forti spine e di grandi dimensioni; Astrophytum niveum (K.Kayser) W.Haage & Sadovsky il cui fusto e caratterizzato dalla presenza di robuste spine e da una epidermide molto ricoperta dalla scaglie bianco-argentee che conferiscono alla pianta un aspetto quasi 'peloso'. Le scaglie sono dapprima bianche poi con il tempo tendono ad acquisire una colorazione brunastra; Astrophytum capricorne subsp. senile (Frič) Doweld che si presenta dalla forma più cilindrica, con spine più corte che avvolgono fittamente la pianta facendola sembrare quasi un fascio di erba secca.
E' una pianta di non difficile coltivazione. Occorre un substrato ben drenato e minerale, povero di humus. Deve essere annaffiato meno delle sltre specie di Astrophytum. Le annaffiature devono sempre essere effettuate esclusivamente nel periodo vegetativo e dopo un paio di giorni da quando il terriccio si è asciugato completamente. E' pianta che resiste per brevi periodi anche a temperature di qualche grado sotto allo zero, in condizioni però di substrato completamente secco e di bassa umidità atmosferica. Per quanto riguarda l'esposizione dovrà essere di pieno sole oppure di ombra leggera durante le ore più calde della giornata.

Può essere riprodotto agevolmente da seme.


Sinonimi: Astrophytum capricorne var. major Frič, Astrophytum capricorne var. minus Frič, Astrophytum capricorne var. orientale Frič, Astrophytum capricorne subsp. senile (Frič) Doweld, Astrophytum crassispinum (H.Moeller) W.Haage & Sadovsky, Astrophytum niveum (K.Kayser) W.Haage & Sadovsky, Astrophytum niveum (Kayser) W. Haage & Sad., Astrophytum senile Frič, Astrophytum senile var. aureum (H.Moeller) Backeb., Echinocactus capricornis A.Dietr., Echinocactus capricornis var. crassispinus H.Moeller, Echinocactus capricornis var. minor Runge & Quehl, Echinocactus capricornis f. minor (Runge & Quehl) Schelle, Echinocactus capricornis var. niveus K.Kayser, Echinocactus capricornus var. aureus H.Moeller, Echinocactus capricornus var. senilis Frič, Maierocactus capricornis (A. Dietr.) E.C. Rost.


Astrophytum capricorne nei pressi di Piedras Blancas, Coahuila, Messico - Immagine di Amante Darmanin
Astrophytum capricorne (A.Dietr.) Britton & Rose
Astrophytum capricorne (A.Dietr.) Britton & Rose - Immagine di Amante Darmanin
Nome comune: Corno di capra

Nome comune anglosassone: Goat's Horn

Nome comune spagnolo: Beznaga de Estropajo, Birrete de Obispo, Mechudo, Peyotillo

Specie inclusa nell'Appendice II di Cites.
© 2006-2017 Mauro Zuntini e relativi fornitori
Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu