Gli habitat delle succulente - L'Australia - La Casa delle Grasse

LA CASA DELLE GRASSE
FOLLOW
LA CASA DELLE GRASSE
Vai ai contenuti

Gli habitat delle succulente - L'Australia

Distribuzione delle piante succulente
Si pensa che circa quaranta milioni di anni fa l'Australia si staccò dal supercontinente del Gondwana (supercontinente che si ritiene sia esistito per circa 310 milioni di anni, approssimativamente da 600 a 290 milioni di anni fa) e da quel momento ha visto un'evoluzione molto particolare delle piante che si sono adattate a quello che era diventato il nuovo continente.
In quest'isola troviamo piante diverse da quelle del continente euro-africano-americano, già interconnesso, ed oggi, molte specie di piante che troviamo in Australia, non si trovano in alcuna altra parte del mondo, fatta eccezione per gli inserimenti di specie vegetali effettuati dall'uomo.
La vegetazione australiana è dominata da due generi principali di piante: l'eucalipto e l'acacia. Di queste due piante ne esistono oltre cinquecento specie per ciacuna, ma non rappresentano la sola biodiversità del continente. Quello che ha influenzato l'evoluzione della flora del nuovo continente è sicuramente il clima che rappresenta la caratteristica più evidente. E' un continente ove la maggior parte dei suoli sono poveri di nutrienti e poco fertili, ma anche aridi.
Il 70% del continente australiano è classificato come semi-arido, arido o deserto ed è certamente il più arido continente abitato della Terra. E' dominato dai deserti ed in Australia ne contiamo addirittura dieci: il Grande Deserto della Victoria, il Grande Deserto Sabbioso, il Deserto Tanami, il Deserto di  Simpson, il Deserto di Gibson, il Piccolo Deserto di Sabbia, il Deserto  di Strzelecki, il Deserto di Sturt Sturt, il Deserto di Tirari e il  deserto di Pedirka.
La ragione principale per la formazione dei deserti australiani è la loro posizione. Questi deserti, come peraltro avviene per la maggior parte dei grandi deserti del mondo, si trovano  intorno alla latitudine di circa 30 gradi nord/sud dell'equatore, luoghi ove i fenomeni meteorologici creano un clima secco ove le piogge sono imprevedibili e, ad esempio, ad Alice Springs su una media di 270 millimetri di pioggia all'anno, il  70% degli anni le precipitazioni sono sotto la media.
Sono quindi territori caratterizzati da una grandi e frequente siccità, ma anche da piogge che provocano inondazioni. Comunque circa la metà del continente australiano riceve meno di 300 millimetri di piogge l'anno e solo una parte ristretta di questi grandi territori riceve più di 800 millimetri l'anno di precipitazioni ed infatti, in Australia, troviamo pochissime aree occupate da foreste. Come per le altre aree del mondo è evidente che, sia la povertà dei suoli, sia la scarsità delle precipitazioni, hanno influenzato l'evoluzione delle piante.
Al di fuori delle aree aride troviamo alcune piccole aree di foresta pluviale tropicale nelle zone montuose del nord-est del Queensland e più ampie foreste pluviali temperate nelle zone montane più fredde del Nuovo Galles del Sud, Victoria e nella maggior parte della Tasmania e nel sud-ovest dell'Australia occidentale. Al di là di queste aree, tutto sommato limitate, il clima è arido, e i territori sono dominati da arbusti, piante erbacee e vaste aree destinate al pascolo.
L'aridità ha certamente consentito fenomeni di succulenza anche le specie completamente autoctone non sono moltissime. Fra le piante succulente vi si trovano alcune piante particolarmente apprezzate a livello alimentare dagli indigeni per il loro frutto dal gusto dolce, quali ad esempio Carpobrotus, di cui troviamo sei specie autoctone australiane. Carpobrotus è chiamato dai contadini australiani 'faccia da maiale' in quanto veniva usato per alimentare il bestiame.
Altre succulente australiane sono alcuni generi della famiglia delle Portulacaceae quali le varie specie del genere Calandrinia che annovera una trentina di specie endemiche australiane ed in cui la "succulenza" interessa talvolta le foglie, talvolta le radici carnose.
La pianta non sempre apparirà succulenta se ci si soffermerà sull'apparenza "erbacea". Altro genere della  famiglia delle Portulacaceae è Portulaca di cui ne troviamo varie specie nelle aride regioni centrali del continente. Anche il genereTecticornia della famiglia delle Amaranthaceae che comprende piante succulente è molto interessante. Sono piante che hanno trasferito la funzione clorofilliana al fusto, hanno foglie molto ridotte ed i fusti cilindrici succulenti hanno internodi e sono senza spine. Sono piante annuali oppure perenni, ma con vita breve.
Cistanthe ambigua (S.Watson) Carolin ex M.A.Hershkovitz (sinonimo Calandrinia ambigua (S.Watson) Howell) - Immagine di Joe Decruyenaere
Calandrinia ptychosperma F.Muell. - Immagine di Margaret Donald
Daviesia euphorbioides Benth. - Photographer: Crisp, M. - Australian National Botanic Gardens - http://www.anbg.gov.au/photo/
Tecticornia verrucosa Paul G. Wilson  è una pianta perenne senza foglie, succosa, annuale oppure con un ciclo di vita breve che ha un'altezza tra i 20 ed i 60 centimetri con fiori insignificanti e che cresce in ambienti aridi, argillosi e sabbiosi, particolarmente salini.Tecticornia bulbosa (Paul G.Wilson) K.A.Sheph. & Paul G.Wilson è un arbusto dalla forma tentacolare, alto circa 1 metro e largo 2-3 metri che cresce su terreni di argilla sabbiosae ricca di sali.Particolarmente interessanti poi sono: Daviesia euphorbioides Benth. è invece una specie di succulenta della famiglia delle Leguminosae, comunemente nota con il nome di cactus Wongan. Il nome della specie "euphorbioides" deriva dalla somiglianza della pianta con alcune specie del genere Euphorbia. Daviesia euphorbioides è una pianta che ceresce su un areale limitato nel distretto di Merredin, tra  Wongan Hills e la zona di Dowerina in terreni sabbiosi, ove però è a rischio di estinzione; Lawrencia helmsii (F.Muell. & Tate) Lander, un arbusto eretto, di colore giallo o verde, che ricorda superficialmente un cactus, e che raggiunge un'altezza compresa tra 30 e 150 centimetri, originario dell'interno dell'Australia sudoccidentale.
Altre interessanti piante succulente che troviamo in Australia sono  specie di Peperomia, Hoya e Doryanthes, Myrmecodia, Hydnophytum, Stephania, Cissus ma anche, non propriamente succulente in quanto piante pachicauli, Adansonia, Brachychiton, Bombax che hanno una tendenza naturale a sviluppare tessuti di accumulo particolamente nel fusto arboreo.
Portulaca pilosa L. - Immagine di Tony Rodd
Calandrinia granulifera Benth. -Immagine di julie burgher
la passione per le succulente
LA CASA DELLE GRASSE
Torna ai contenuti