Il genere Ferocactus - La Casa delle Grasse

La Casa delle Grasse
la passione per le piante succulente
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il genere Ferocactus

Schede generi D - G

Ferocactus è un genere di piante succulente appartenente alla famiglia delle Cactaceae  il cui nome deriva dal latino "ferox" che significa 'feroce' facendo riferimento alle spine molto taglienti. Il genere è stato descritto per la prima volta da N.L. Britton & J.N. Rose nel 1922 nel Volume III del loro libro "The Cactaceae". Da allora il genere Ferocactus è stato rivisto due volte, la prima nel 1955  da G. Lindsay e la seconda nel 1984 di N. Taylor. E' un genere che comprende piante dalle varie forme e dimensioni, e presenta delle spine possenti e durissime, spesso uncinate e solitamente colorate, più spesso rosse. Altra caratteristica di Ferocactus sono le coste che sono grandi e profondamente incise. I fiori partono sempre dall'apice della pianta solo quando la pianta ha raggiunto l'età matura e sono a forma di campanula. Originariamente Ferocactus veniva classificato come un Echinocactus per le caratteristiche abbastanza simili con questa specie (costolature, posizione dei fiori, dimensione della pianta, ecc.) e pertanto spesso esistono numerose specie che hanno sinonimi con tale nome. La zona di origine di Ferocactus va ricercata principalmente nelle sone desertiche del Messico e degli Stati Uniti sud occidentali (Texas, Arizona, California, Nuovo Messico) ma è diffuso anche in altre zone come ad esempio alcune isole caraibiche.
Per quanto riguarda la coltivazione Ferocactus cresce bene su composta normale da cactus, l'esposizione deve essere a pieno sole, facendo però attenzione ad esporre, all'inizio del periodo vegetativo, la pianta gradualmente, per evitare delle antiestetiche scottature che difficilmente potranno essere mascherate in breve tempo in considerazione della lenta crescita della pianta.
Le annaffiature dovranno essere abbondanti avendo però cura di far asciugare completamente il terriccio tra una e l'altra e occorrerà sospenderle completamente in inverno.
Ferocactus non è attaccato da particolari parassiti se non quelli usuali per le cactacee. Può essere attaccato dalla cocciniglia ed in tal caso occorre irrorare a distanza di quindici giorni con un buon insetticida sistemico. Se ben coltivato non ha particolari problemi di parassiti nè di marciumi, soprattutto se si attende che il terriccio si asciughi prima di annaffiare nuovamente. Nella coltivazione nei climi freddi può però essere attaccato da fumaggine. Per fumaggine si intendono dei funghi saprofiti (strutture scure e fuligginose, le quali sono composte da dei miceli intrecciati tra loro) che non attaccano la pianta, ma che si nutrono di sostanze appiccicose (melata) che vengono di solito prodotte da insetti vari (afidi, cocciniglia, metcalfa, ecc.) ovvero che vengono prodotte direttamente dalla pianta. Il genere Ferocactus infatti si caratterizza per la presenza di uno spino modificato che secerne un nettare la cui funzione sembra essere quella di attirare le formiche e di evitare nello stesso tempo infestazioni causate da parassiti che altrimenti potrebbero compromettere il buon esito della fruttificazione. La melata però, soprattutto in presenza di condizioni di freddo umido e con scarsa ventilazione può causare gli attacchi di fumaggine e pertanto può essere utile, durante il periodo delle annaffiature, lavare la piante e trattarle con un buon fungicida sistemico prima del riposo invernale. Un altro problema cui possono essere soggetti i Ferocactus sono deLle antiestetiche macchie arancioni che possono colpire le piante durante la stagione invernale. Sono la scarsa ventilazione, l'umidità e le basse temperature che le provocano e pertanto in tale stagione si dovrà fare particolare attenzione a questi fattori soprattutto per alcune specie come ad es. F. latispinus.

Famiglia: Cactaceae

Genere: Ferocactus


Specie:

Ferocactus acanthodes (Lem.) Britton & Rose
Ferocactus alamosanus (Britton & Rose) Britton & Rose
Ferocactus chrysacanthus (Orcutt) Britton & Rose
Ferocactus diguetii (A.A.Weber) Britton & Rose
Ferocactus echidne (DC.) Britton & Rose
Ferocactus emoryi (Engelm.) Orcutt
Ferocactus flavovirens (Scheidw.) Britton & Rose
Ferocactus fordii (Orcutt) Britton & Rose
Ferocactus glaucescens (DC.) Britton & Rose
Ferocactus gracilis H.E.Gates
Ferocactus haematacanthus (Monv. ex Salm-Dyck) Bravo ex Backeb. & F.M.Knuth
Ferocactus hamatacanthus (Muehlenpf.) Britton & Rose
Ferocactus herrerae J.G.Ortega
Ferocactus histrix (DC.) G.E.Linds.
Ferocactus lecontei (Engelm.) Britton & Rose
Ferocactus lindsayi Bravo
Ferocactus macrodiscus (Mart.) Britton & Rose
Ferocactus peninsulae (A.A.Weber) Britton & Rose

Ferocactus chrysacanthus (Orc.) Br. & R.
Particolare della spinagione di un Ferocactus
Ferocactus pilosus (Galeotti ex Salm-Dyck) Werderm. ne pressi di Near Ranch San Rafael, Nuevo Leon, Messico - Immagine di Amante Darmanin
Ferocactus peninsulae v. viscainensis vicino a Viscaino, Baja California Sur, Messico - Immagine di Amante Darmanin
Ferocactus pilosus (Galeotti ex Salm-Dyck) Werderm.
Ferocactus pottsii (Salm-Dyck) Backeb.
Ferocactus recurvus (Mill.) Borg
Ferocactus robustus (Karw. ex Pfeiff.) Britton & Rose
Ferocactus schwarzii G.E.Linds.
Ferocactus tortulispinus H.E.Gates
Ferocactus viridescens (Nutt. ex Torr. & A.Gray) Britton & Rose
Ferocactus wislizeni (Engelm.) Britton & Rose

Ferocactus pilosus (Galeotti ex Salm-Dyck) Werderm.

Ferocactus pilosus è una specie endemica del Messico, ampiamente diffusa, tanto che se ne stima lesistenza di 1.000.000 di esemplari negli stati di Coahuila, Durango, Nuevo León, San Luis Potosí, Tamaulipas e Zacatecas e quindi nella maggior parte dell'Altiplano messicano settentrionale. E' una specie che vive in arre pre-desertiche su diversi tipi di terreno anche se lo troviamo più spesso su pendii rocciosi calcarei.  Ferocactus pilosus  è un cactus globoso, che con l'età accestisce e diviene di forma colonnare (ca. 2 mt. di altezza) caratterizzato da fitte spine rosse spesse che contrastano con setole bianche, anche se in alcune popolazioni sono assenti. Le costole vanno da 13 a 20 e sono più o meno ondulate. I  fiori vanno dal colore giallo al rosso, sono lunghi circa 2,5 cm. e sbocciano numerosi dalla parte apicale della pianta.
Per quanto riguarda la coltivazione é una pianta abbastanza facile. Il substrato sarà quello ben drenato da cactus . Le annaffiature abbastanza abbondanti nel periodo di crescita. L'esposizione sarà molto luminosa con parecchie ore di sole diretto. Nella stagione invernale va tenuto asciutto e tollera bene temperature prossime allo zereeeeo. Fate attenzione però a marcium che si possono colpire la pianta soprattutto nei periodi freddi ed umidi invernali.
La riproduzione avviene agevolmente da seme.

© 2006-2017 Mauro Zuntini e relativi fornitori
Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu