Gli habitat delle succulente - Medio Oriente e Penisola arabica - La Casa delle Grasse

La Casa delle Grasse
la passione per le piante succulente
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gli habitat delle succulente - Medio Oriente e Penisola arabica

Le piante grasse > Le succulente nel mondo
La posizione della penisola arabica è molto particolare. Si tratta di una zona di transizione climatica che è caratterizzata dall'influenza sia dei climi tropicali sia dei climi temperati. Le precipitazioni sono molto variabili sia per quantità sia per distribuzione. Alcune aree, soprattutto nelle zone interne della penisola sono desertiche e semidesertiche, comunque aride, e le precipitazioni annuali variano da 0 a 200 millimetri, e per alcuni anni può anche non cadere pioggia. Negli altopiani occidentali invece la piovosità media è di circa 250 mm. annui che possono arrivare talvolta anche a più di 1.000 millimetri. Gli inverni sono freddi e le temperature la notte possono raggiungere anche i 0 °C,  mentre le estati sono molto calde con temperature comprese tra 35-50 °C accompgnate da una bassa umidità. L'umidità è invece alta lungo la costa del Mar Rosso e del Golfo Persico dove assume spesso valori attorno all'85% e non di rado sfiora il 100%, di converso però le temperature superano di rado i 38° e l'escursione termica giornaliera è relativamente modesta e i venti prevalentemente da nord permettono di avere inverni dal clima gradevole.
Le piante succulente, in considerazione della scarsità delle precipitazioni e della loro estrema variabilità, assumono grande importanza nelle aree aride e semi-aride della penisola arabica.  Le piante succulente le troviamo nelle pendici orientali del sud Monti Hijaz, lungo la costa del Golfo Persico e del Mar Rosso, depressioni poco profonde e letti di laghi asciutti contenenti livelli elevati di minerali disciolti che non consentono la sopravvivenza delle altre piante (es. Nitraria retusa (Forssk.) Asch. della famiglia Zygophyllaceae e Haloxylon salicornicum (Moq.) Bunge ex Boiss.). In Arabia Saudita, per fare un esempio, troviamo alcune centinaia di specie succulente. Troviamo piante delle famiglie delle Aizoaceae, Aloaceae, Apocynaceae (Adenium obesum (Forssk.) Roem. & Schult. forse più noto con il sinonimo di Adenium arabicum Balf.f.), Asclepiadaceae (Duvalia spp., Huernia spp., Caralluma spp.), Asparagaceae (Sansevieria ssp.), Cactaceae (Opuntia dillenii (Ker Gawl.) Haw. e Opuntia ficus-indica (L.) Mill.), Chenopodiaceae, Crassulaceae, Dracaenaceae, Euphorbiaceae, Portulacaceae e Zygophyllaceae (Tetraena alba (L.f.) Beier & Thulin). Le Asclepiadaceae sono la famiglia di succulente maggiormente rappresentata con oltre 20 specie diverse, ma troviamo anche molto ben rappresentate nelle regioni nord-occidentali e di sud-ovest le Aloeaceae (o Xanthorrhoeaceae). Troviamo ance per il genere Aloe oltre una ventina di specie (Aloe officinalis Forssk., Aloe sabaea Schweinf., Aloe armatissima Lavr. & Collen., Aloe porphyrostachys Lavr. & Collen., Aloe shadensis Lavr. & Collen., Aloe sheilae Lavr., ecc.). Ma troviamo anche numerose specie di Euphorbiaceae quali ad esempio Euphorbia balsamifera Aiton, Euphorbia cactus Ehrenb. ex Boiss., Euphorbia hadramautica Baker, Euphorbia larica Boiss. e Jatropha dhofarica Radcl.-Sm..
Euphorbia tirucalli L.
Tetraena alba (L.f.) Beier & Thulin - Immagine di Nicholas Turland
Euphorbia balsamifera Aiton - Immagine di Raphael Medina
© 2006-2017 Mauro Zuntini e relativi fornitori
Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu